Albo professionale interno

SENSO E SIGNIFICATO DELL’ALBO INTERNO

Albo professionale internoL’albo interno della professione di pedagogista dell’ANPE è diventato strumento importante per promuovere l’inclusione nel mercato del lavoro nazionale e comunitario degli iscritti. Istituito nel 1996 come autoregolamentazione privata, non pubblica, ha una doppia finalità:
 
  1. avviare un processo culturale della categoria che risultava disabituata a pensare ad un libero esercizio professionale. Così, la categoria, priva di regole e soprattutto di deontologia professionale, è stata chiamata a realizzare un cambiamento culturale e professionale per poter restare nel mercato del lavoro. ANPE è stata la prima associazione ad avviare questo processo proponendo ai propri iscritti una riflessione sugli elementi principali della regolamentazione professionale: requisiti d’accesso (individuazione del diploma di laurea quadriennale e quinquennale quale percorso di formazione di base), profilo professionale, tirocinio, prova attitudinale, iscrizione albo, certificazione, codice deontologico. Riflessione che ha portato alla definizione di una autoregolamentazione detta “Albo Interno” che, per gli iscritti, è stato lo strumento che ha promosso la trasformazione della categoria. Oggi si può affermare che sulla questione “Albo” l’intera categoria ha raggiunto un ottimo livello di consapevolezza tanto che lo strumento non può essere messo più in discussione.
  1. La seconda finalità è stata poter certificare le competenze a tutela dell’utenza che acquista prestazioni dai pedagogisti iscritti. L’attestazione rilasciata è uno strumento che l’iscritto può esibire ai propri committenti per dimostrare l’adesione ad un organismo professionale unitamente al rispetto della regolamentazione definita dall’associazione. In tutti questi anni la nostra attestazione ha dato al socio pedagogista due cose: la prima è l’identità professionale di “studioso ed esperto dei processi formativi ed educativi”, quindi una precisa qualificazione, differenziandola dalla professione di “educatore professionale”. La seconda è l’occupazione perché in molte situazioni l’iscrizione all’Albo Interno dell’ANPE ha favorito il socio nella sottoscrizione di contratti e assegnazione di consulenze. Per questo motivo l’associazione richiede al socio solo un praticantato ed esperienze lavorative in qualità di pedagogista.
L’associazione ha sempre lavorato per formare unità professionali come i pedagogisti e non accorpamenti indistinti di diverse professionalità educative e si è impegnata a dimostrare che i pedagogisti acquisiscono la loro professionalità da un preciso percorso per svolgere un servizio pubblico a tutela del diritto costituzionale all’educazione ed alla formazione di ogni cittadino.

L’iscrizione all’Albo interno è un percorso fondamentale in previsione della riforma delle professioni intellettuali, mentre già il D.lgs 206/07 di ratifica della libera circolazione delle professioni nel mercato della Comunità Europea prevede un percorso di competenza professionale come il nostro che ci sta per essere riconosciuto e che porrà ANPE quale organismo di tutela del cittadino consumatore di prestazioni affidandole, per l’appunto, ad un’organizzazione seria che applica processi di qualità professionale.
    

Copyright 2017 ANPE - Tutti i contenuti sono di proprietà dell'ANPE, ne è vietata la riproduzione.

Designed by RC Service - Servizi Web